Seminario “Apprendistato: nuove prospettive e opportunità”

Sassari 26 maggio 2017

IAL Sardegna Srl – Seminario “Apprendistato: nuove prospettive e opportunità”

Il programma FIxO – Formazione e Innovazione per l’Occupazione promosso da Italia Lavoro (ora Anpal Servizi S.p.A.) nasce per fronteggiare il problema della disoccupazione giovanile puntando su una più rapida ed efficace transizione dal sistema dell’istruzione e della formazione al mondo dell’occupazione. Il programma promuove interventi per favorire questo passaggio e per sostenere i centri di formazione professionale nel rafforzamento del sistema duale. Al riguardo la normativa ha previsto la revisione di alcuni strumenti contrattuali quali l’alternanza scuola-lavoro, l’impresa formativa simulata e l’apprendistato. Quest’ultima, in particolare, è considerata la forma privilegiata di inserimento dei giovani nel mercato del lavoro perché permette di avere un titolo di studio e, al contempo, di maturare esperienza sul campo. In questa prospettiva è stato organizzato il 26 maggio nella sede dello IAL Sardegna di Sassari il seminario dal titolo “Apprendistato: nuove prospettive e opportunità”. L’incontro, che ha visto la partecipazione di un pubblico numeroso, ha fatto il punto sulle novità introdotte dalla normativa e sulle opportunità offerte da questo strumento che garantisce ai datori di lavoro diversi vantaggi sul piano retributivo e contributivo e ai giovani, la possibilità di formarsi nell’ambito di un contratto a tempo indeterminato.

Come è stato illustrato da Agnese Attene dello Ial Sardegna, Coordinatrice regionale per il programma Fixo, lo IAL è uno dei 300 CFP che, in Italia, sono stati selezionati per ricevere l’assistenza tecnica del progetto, per costituire e qualificare il proprio servizio di orientamento e placement e per coinvolgere i giovani in azioni di orientamento di primo livello, specialistico e di accompagnamento al lavoro finalizzate all’inserimento in corsi della IeFP (Istruzione e formazione professionale) e all’attivazione di contratti di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale. Durante la relazione sono stati resi noti i dati delle attività di questi servizi per le sedi di Sassari e Olbia.

 

Luca Stefanini dell’Anpal Servizi ha quindi analizzato, in maniera puntuale, le opportunità offerte dall’apprendistato e, dopo averne descritto le diverse tipologie, I, II e III livello, si è soffermato  sull’apprendistato di I livello ovvero per la qualifica e il diploma professionale che consente di assumere giovani dai 15 ai 25 anni non compiuti e permette di coniugare esperienze di lavoro all’interno del proprio percorso di studio e istruzione. Nel corso della relazione sono state fornite informazioni sui vantaggi riservati ai datori di lavoro quali sgravi retributivi, contributivi, fiscali e incentivi economici.

 

Bonaria Spignesi presidente dell’Uniform Servizi, ha fatto il punto sulla situazione dell’apprendistato professionalizzante (II livello), riservato ai giovani di età compresa tra i 18 (17 se in possesso di qualifica professionale) e i 29 anni. Questa tipologia di apprendistato consente il conseguimento di una qualificazione professionale ai fini contrattuali, sulla base dei profili previsti per il settore di riferimento e secondo i contratti collettivi nazionali. Sono stati quindi illustrati i dati relativi all’erogazione della formazione di base e trasversale per gli apprendisti assunti, in Sardegna, con il Testo Unico dell’Apprendistato Professionalizzante o di mestiere (ai sensi dell’art.4, comma 3 del Decreto legislativo 14 settembre 2011, n.167), secondo la suddivisione Lotto Nord (Province di Sassari, Oristano, Olbia Tempio e Nuoro) e Lotto Sud (Province di Cagliari, Ogliastra, Medio Campidano e Carbonia Iglesias).

 

Raffaele Franzese, presidente della Fondazione ITS Macomer, nell’ottica della collaborazione tra imprese, studenti e territorio ha presentato l’Istituto Tecnico Superiore di Macomer, con i nuovi corsi previsti per l’anno 2017/2018: Building Manager e Energy Manager. Gli ITS, previsti di recente dall’ordinamento nazionale, sono fondazioni di partecipazione di natura privata con personalità giuridica di diritto pubblico, del tutto assimilabili alle istituzioni scolastiche e formative, che nascono con l’intento di riorganizzare il canale della formazione superiore non universitaria collocandosi in un nuovo sistema denominato “terziario post – secondario”.

 

La chiusura dei lavori è stata affidata al Direttore Generale dello IAL Sardegna Antonio Demontis che ha rimarcato l’importanza dell’apprendistato per la preparazione di figure con specifiche professionalità in grado di favorire da un lato l’occupazione dei giovani e dall’altro la crescita e l’innovazione delle imprese. Lo IAL, da sempre in prima fila con l’apprendistato professionalizzante, intende lavorare per promuovere e sostenere la diffusione delle altre tipologie che ancora stentano a decollare. E’ infatti nelle sinergie tra istruzione, formazione e impresa che questo strumento può trovare il suo pieno compimento. Accordi di rete, sensibilizzazione degli attori, coinvolgimento delle parti sociali uniti alla flessibilità progettuale e gestionale, sono i principali fattori sui quali è necessario puntare per rendere l’apprendistato una moderna opportunità, la migliore forma di investimento sul capitale umano per le imprese che intendono inserire giovani talenti.

Programma FIxO
Presentazione l’apprendistato professionalizzante in Sardegna
Il contratto di apprendistato formativo & gli incentivi previsti