Apprendistato 2016

Per saperne di più   

Ricollocazione

Per saperne di più  

Polo Tecnologico IUL

Per saperne di più  

Fondazione ITS

Per saperne di più  

Istruzione e Formazione Professionale

Per saperne di più  

Lo Ial Sardegna eroga formazione cofinanziata dal Fondo Sociale Europeo, dal Ministero del Lavoro e dalla Regione Autonoma della Sardegna

FORMAZIONE

Formazione finanziata

Lo IAL INNOVAZIONE APPRENDIMENTO LAVORO SARDEGNA Srl IMPRESA SOCIALE presidia, con una articolata struttura organizzativa, progetti di formazione finanziata sui quali ha maturato un’esperienza ultradecennale ed una consuetudine di rapporti di collaborazione con rilevanti realtà appartenenti al settore pubblico, privato e del volontariato.

Formazione in autofinanziamento riconosciuta dalla regione autonoma della sardegna

Lo IAL INNOVAZIONE APPRENDIMENTO LAVORO SARDEGNA Srl IMPRESA SOCIALE propone attività formative in regime di autofinanziamento autorizzate dalla Regione Autonoma della Sardegna con possibilità, al termine delle stesse, del rilascio dell’attestato di qualifica o specializzazione. Tali attività sono realizzate, previa valutazione e approvazione del progetto formativo,  nel rispetto delle norme e delle procedure previste dal sistema regionale di accreditamento delle Agenzie e delle sedi formative.

Gli esami di qualifica, specializzazione e certificazione di competenze sono tenuti nel rispetto della normativa regionale in materia.

Formazione in autofinanziamento

Lo IAL INNOVAZIONE APPRENDIMENTO LAVORO SARDEGNA Srl IMPRESA SOCIALE, nell’ambito della propria offerta di attività, propone un’ampia gamma di opportunità di formazione, specializzazione e aggiornamento professionale in regime di autofinanziamento. Tali attività rispondono a specifici fabbisogni formativi e professionali del territorio che non trovano riscontro nella distribuzione di risorse finanziarie pubbliche o private e rappresentano una importante opportunità di crescita per i singoli e le imprese.

In particolare, lo IAL Sardegna srl mette a disposizione delle imprese e dei singoli la propria esperienza progettuale e formativa per l’attivazione di percorsi i cui contenuti, modalità e tempistica sono tarati sulle esigenze dell’utente, massimizzando così l’efficacia della formazione in termini di competenze acquisite e miglioramento delle performance aziendali.

Fondi Interprofessionali

I Fondi Paritetici Interprofessionali nazionali per la formazione continua sono organismi di natura associativa promossi dalle organizzazioni di rappresentanza delle Parti Sociali attraverso specifici Accordi Interconfederali stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori maggiormente rappresentative sul piano nazionale. Attualmente sono operativi 18 Fondi di cui tre dedicati ai Dirigenti. A fondo pagina si può accedere a delle informazioni sintetiche sui Fondi, compresi i 3 che sono stati commissariati. Secondo quanto previsto dalla legge 388 del 2000, le imprese possono destinare la quota dello 0,30% dei contributi versati all’INPS (il cosiddetto “contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria”) ad uno dei Fondi Paritetici Interprofessionali, attraverso il modello Uniemens. I datori di lavoro possono aderire ad un secondo fondo esclusivamente per la formazione dei propri dirigenti scegliendo tra i Fondi costituiti per tale scopo.

I Fondi Paritetici Interprofessionali finanziano piani formativi aziendali, settoriali e territoriali, che le imprese in forma singola o associata decideranno di realizzare per i propri dipendenti. Inoltre possono finanziare anche piani formativi individuali, nonché ulteriori attività propedeutiche o comunque connesse alle iniziative formative e dal 2011 (Legge n.148 del 14/09/2011) i piani formativi possono coinvolgere anche i lavoratori con contratti di apprendistato e a progetto.

Apprendistato professionalizzante

E’ un contratto di lavoro per il conseguimento di una qualifica professionale ai fini contrattuali attraverso una formazione trasversale e professionalizzante. La durata del contratto non può essere inferiore ai 6 mesi e superiore a tre anni, cinque per i profili professionali caratterizzanti la figura dell’artigiano individuati dalla contrattazione collettiva di riferimento.

E’ prevista la presenza di un tutore o referente aziendale.

A chi è rivolto l'apprendistato?

L’offerta formativa è rivolta ai giovani di età compresa tra i 18 (17 anni, se in possesso di una qualifica professionale conseguita ai sensi del D.Lgs 17 ottobre 2005, n. 226) e i 29 anni ed ai lavoratori in mobilità, residenti o domiciliati in Sardegna, assunti da imprese con almeno una sede operativa  nella Regione Sardegna

L'educazione è l'arma più potente che si può usare per cambiare il mondo

Nelson Mandela

I nostri studenti